• slidebg1
Verifica disponibilità
prenotabile per ospiti da 12 anni in su
19/09/2015
Taobuk

“Vogliamo l’uguaglianza senza che ciò significhi identità; ma vogliamo anche la differenza senza che ciò degeneri in superiorità/inferiorità. Vivere la differenza nell’eguaglianza: è cosa più facile a dirsi che a farsi”.
La riflessione filosofica di uno dei maggiori pensatori del nostro tempo, Cvetan Todorov, ci riporta ad un argomento chiave nell’affrontare uno dei temi salienti della contemporaneità, quello dello “scontro di civiltà”, dei vecchi muri che resistono e dei nuovi che vengono costantemente innalzati.
É ancora tempo di muri, di divisioni che resistono. Le cronache quotidiane ci portano testimonianze da tutto il mondo di muri politici, muri religiosi, razziali ed economici. Tutti i “muri” che ci dividono vengono innalzati sul terreno fertile di una cronica incomunicabilità, sia essa generazionale, razziale, sociale, ideologica o religiosa mentre agli intellettuali, oggi più che mai, spetta il ruolo cruciale di farsi veicolo di conoscenza della diversità ed occasione di promozione di una cultura del dialogo.
Il Festival sarà il palcoscenico di eccezionali personalità internazionali del mondo della cultura e dell’arte, dal Premio Nobel Orhan Pamuk, di origine turca, figlio di una civiltà “di frontiera” e ponte privilegiato tra l’Oriente e l’Occidente, allo scrittore marocchino Tahar Ben Jelloun, vera e propria icona nella lotta al pregiudizio sociale e all’intolleranza religiosa, senza dimenticare l’artista israeliana di origini yemenite Noa, da sempre ambasciatrice di pace in Medio-Oriente, sino a blogger e giornalisti che in quella parte di mondo operano quotidianamente a stretto contatto con i focolai di violenza e terrore.

Copyright © 2015 Mare Resort Srl P.Iva 02395760818